News Pesaro Urbino

Negozi, ristoranti e servizi alla persona: i protocolli della Regione Marche per la ripartenza distinti per settore | Emergenza Coronavirus
Data: 19/05/2020

La Regione Marche ha approvato, nella giornata dell'11 maggio 2020, una serie di protocolli per regolamentare le riaperture delle attività commerciali durante la fase 2 dell'emergenza Coronavirus.

Seguono in sintesi le disposizioni dei protocolli che riguardano il settore del commercio con specifiche che interessano i negozi, il settore della somministrazione di alimenti e bevande con focus sui ristoranti e le attività inerenti ai servizi alla persona (parrucchieri, estetiste e centri benessere).



Negozi: comportamento dentro l'esercizio commerciale

  • Distanziamento interpersonale almeno di un metro in tutte le attività e le loro fasi;
  • accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità: ampliamenti delle fasce orarie che possono essere prolungati fino alle ore 21; per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori; per locali di dimensioni superiori a quaranta metri quadrati l'accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita;
  • utilizzo di mascherine sia da parte degli addetti alla vendita sia da parte dei clienti;
  • disponibilità e accessibilità di dispenser all’ingresso, vicino ai camerini, alle casse, ai sistemi di pagamento, tastiere e schermi touch.

Per quanto riguarda la prova dei vestiti, calzature e accessori:

  • cliente e addetto alle vendite procedono sempre a lavarsi le mani con sostanza idroalcolica disinfettante e mantengono la distanza interpersonale anche con altri clienti;
  • utilizzo obbligatorio delle mascherine;
  • contingentamento delle cabine di prova.

Accesso fornitori e clienti


  • Individuare procedure di ingresso, transito e uscita per ridurre le occasioni di contatto;
  • favorire sistemi di pagamento elettronici e dotare l’addetto di disinfettante per le mani e prodotti per la pulizia dei POS dopo ogni utilizzo;
  • prevedere, ove possibile, di installare e o individuare servizi igienici dedicati; è vietato l’utilizzo di quelli del personale dipendente. In ogni caso è da garantire una pulizia costante;
  • gli ordinativi dei prodotti ai fornitori sono effettuati per telefono, e-mail o altri dispositivi, privilegiando la trasmissione telematica di documenti;
  • regolare gli accessi nel locale dei fornitori/corrieri possibilmente in orari di non apertura al pubblico;
  • nelle attività di consegna, carico e scarico, il trasportatore, corriere o fornitore lascia preferibilmente la merce all’esterno in prossimità dell’ingresso;
  • eventuale scambio di materiali/documenti dovrà avvenire nel rispetto della distanza di sicurezza, indossando dispositivi di protezione (mascherine e guanti).

Pulizia e sanificazione

  • Pulizia giornaliera e sanificazione periodica dei locali;
  • pulizia e sanificazione a fine turno delle superfici di contatto comuni, delle attrezzature e strumentazioni di lavoro;
  • servizi igienici con materiali usa e getta e un numero adeguato di cesti per i rifiuti;
  • costante ricambio di aria naturale dei locali;
  • sanificazione straordinaria degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni;
  • impianti di ventilazione meccanica controllata attivi nelle 24 ore per tutti i giorni della settimana. Le prese e le griglie di ventilazione vanno pulite con panni puliti in microfibra, inumiditi con acqua e sapone o con alcool etilico maggiore al 70%;
  • no funzione di ricircolo dell’aria condizionata.


Somministrazione di alimenti e bevande: servizio di ristorazione

  • Evitare assembramenti di clienti all’ingresso e all’interno della sala;
  • preferire sistemi di prenotazione telefonica e digitale;
  • dotare i tavoli dei condimenti necessari possibilmente monodose;
  • non è disponibile l’uso del guardaroba;
  • gli avventori possono continuare ad essere accompagnati al tavolo;
  • i servizi igienici sono dotati di prodotti igienizzanti e riportano dépliant con le raccomandazioni delle Autorità sanitarie; limitare la presenza di più persone con avvisi ben visibili (poster/locandine);
  • si consiglia l’adozione di menu digitali su dispositivi dei clienti o, in alternativa, si procede alla igienizzazione dei menu dopo ogni uso;
  • il personale di sala è dotato di dispositivi di protezione individuale e mantiene, nei limiti del possibile, la distanza interpersonale di un metro;
  • gli oggetti utilizzati per un servizio non possono essere messi a disposizione di nuovi clienti senza adeguata igienizzazione o devono essere monouso;
  • i tavoli sono distribuiti assicurando il distanziamento di un metro l’uno dall’altro; nel caso di due o più persone tra loro non conviventi, dovranno essere garantite le distanze al tavolo o, in alternativa, saranno necessari dispositivi di protezione (plexiglass ecc.);
  • si favoriscono sistemi digitali di pagamento direttamente dal tavolo;
  • piatti, bicchieri, posate e simili sono lavati in lavastoviglie a temperatura adeguata, in modo che possano essere disinfettati, inclusi gli oggetti che non sono stati utilizzati dai clienti;
  • tovaglie, tovaglioli e altri tessuti per la tavola devono essere messi in specifici sacchi per la lavanderia e il lavaggio deve assicurare la rimozione di agenti patogeni;
  • ciascun tavolo è servito possibilmente dallo stesso addetto (o più addetti secondo il n. di clienti al tavolo) per la durata dell’intero servizio.

Parrucchieri, estetiste, centri benessere

  • Ricevere solo clienti non a rischio e esclusivamente su appuntamento;
  • rendere visibile il materiale informativo sulle misure di igiene e posizionare all’ingresso gel igienizzante;
  • regolare l’accesso al locale in modo da evitare assembramenti, garantendo il rispetto della distanza di sicurezza e la presenza di un solo cliente per volta in sala d'attesa;
  • uso obbligatorio di mascherina e guanti monouso;
  • assicurare che ciascun lavoratore segua e gestisca la stessa cliente in tutte le fasi della lavorazione, per evitare promiscuità all'interno della struttura;
  • provvedere alla adeguata formazione del lavoratore su norme Anti Covid-19;
  • utilizzare occhiali protettivi o visiere in plexiglass;
  • disinfettare/sterilizzare ogni strumentazione dopo l'uso e usare preferibilmente materiali monouso;
  • garantire pulizia e sanificazione dei locali.

Misure aggiuntive per parrucchieri

  • Delimitazione degli spazi con applicazione sul pavimento di nastro adesivo colorato per distanze minime di 1,80 m lineare;
  • distanziamento di almeno un metro delle postazioni di lavoro o posizionamento di pannelli di separazione qualora fosse impossibile la distanza di sicurezza;
  • massimo 2 clienti in carico per ogni operatore.

Misure aggiuntive per estetiste

  • Utilizzo di soprascarpe monouso;
  • sanificazione di lettini e cabine dopo ogni trattamento;
  • uso da parte del personale di guanti usa e getta e mascherine a presidio medico;
  • sterilizzazione degli strumenti e confezionamento degli stessi.




Prot_Estetiste_completo_def.pdf


Commercio sede fissa_Allegato B.pdf


Somministrazione alimenti_Allegato C.pdf